LETTERA DI ARNOLDO MOSCA MONDADORI a ALDA MERINI e MARCO NONES

Venerdì 23 dicembre 2011 ho ricevuto una lettera meravigliosa dallo scrittore e editore Arnoldo Mosca Mondadori con cui condivido l’amore per Alda Merini. Non finirò mai di ringraziarlo per l’emozione che mi ha regalato nella giornata di inaugurazione della mostra Nel cerchio di un pensiero. Ecco le sue parole…

Credo che Alda si meriti questo altare, lassù, sui monti, nell’aria rarefatta che ormai invade il suo respiro, ora che ha oltrepassato il tempo e ci guarda, con un sorriso pieno, dalle Terre che prima poteva dire solo con la poesia.

E le parole erano fonde, tagliavano il mondo, come fa Marco Nones, tagliando questo ghiaccio che diventa opera d’arte.

Credo che Alda cammini, in queste ore, tra i sogni di Nones diventati realtà.

Quella di Nones non è una mostra, ma è proprio l’ambiente dilatato ed esteso della parola di Alda, quella parola che improvvisamente faceva respirare.

“L’arte è un mistero che ha ali di farfalla”. E’ uno degli aforismi della Merini su cui Nones ha lavorato.

Ricordo, proprio a proposito di questo aforisma, un episodio.

Alda era morta da più di un mese ed era pieno inverno, a Milano.

Ero in un bar e stavo disegnando su un foglio una caricatura di Alda (negli anni avevo imparato a disegnarla e a lei piaceva molto inventare con me delle vignette umoristiche).

 Disegnai Alda che liberava dalla sua mano una farfalla e regalai il disegno ad un amico. Faceva molto freddo e quando uscii dal bar vidi una farfalla che volava vorticosamente. Era rossa e nera e percorreva, nell’aria, Corso San Gottardo.

Non riuscivo a capire come mai in quel giorno d’inverno così freddo e umido potesse vivere una farfalla. Così,  istintivamente, mi diressi verso la casa di Alda, poco distante. Quando arrivai accanto a casa sua, nella vetrina di un negozio vidi un quadro con sei farfalle colorate.

Allora telefonai all’editore Alberto Casiraghy, grande amico di Alda, che con le sue edizioni  “Pulcinoelefante” aveva stampato negli anni centinaia di aforismi della Merini.

Gli raccontai del disegno della farfalla, della farfalla vista per strada e del quadro….e lui mi rispose “Pensa Arnoldo, sto stampando ora un aforisma di Alda che dice: l’arte è un mistero che ha ali di farfalla”.

Chissà se i segni che ci capitano sono solo dei casi oppure se la poesia della vita sia il vero filo conduttore degli avvenimenti.

Credo che in questi giorni, lassù sui monti della Val di Fiemme, chi starà attento potrà sentire la presenza della grande poetessa.

Alda passerà a guardare le opere, si soffermerà a sciogliere con un respiro un dettaglio o ad aggiungere una parola invisibile. Andrà accanto all’ artista, per ringraziarlo.

Poi le sculture verranno abbracciate dalla natura e scompariranno.

Lentamente scenderanno con i fiumi nei mari: le parole di Alda, il ghiaccio di Marco, insieme, in altri silenzi.

 Arnoldo Mosca Mondadori

Marco Nones inaugurazione mostra per Alda Merini

Taglio del nastro a Pampeago di Beatrice Calamari e Marco Nones

la felicità del silenzio (cit. Alda Merini) opera di Marco Nones - foto Eugenio Del Pero

About these ads

Informazioni su marconones

Marco Nones è nato a Rheinfelden, in Svizzera, il 19 febbraio 1966. All’età di cinque anni si è trasferito in Val di Fiemme, fra le Dolomiti del Trentino, nella terra natia dei suoi genitori. Ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza a Castello di Fiemme, dove ha appreso dal nonno paterno l’amore per il legno e i primi rudimenti artistici dell’arte scultorea. Nel 1984 si è diplomato all'Istituto Statale d'Arte di Pozza di Fassa. Quindi, si è trasferito a Cavalese, dove vive e opera tutt’oggi. Già alla fine degli anni Novanta è riuscito ad affermarsi con la scultura di radici di cirmolo, una pianta montana d’alta quota. Sono le linee contorte e le nodosità di questi monumenti naturali che hanno suggerito all’artista i soggetti da affrontare, con interventi essenziali che lasciano prevalere le asperità e la rudezza della materia. Fra i boschi della Catena del Lagorai l’artista ha accarezzato con lo sguardo una radice dopo l’altra. Le sue sculture sono nate da un rispettoso ascolto delle loro forme. Forme che il suo scalpello ha assecondato o esasperato, fino a liberare immagini poetiche come lo sfarfallio delle ali di un angelo e il tormentato fluttuare delle anime di Paolo e Francesca. L’esclusività e la particolarità delle sue opere gli hanno consentito di poter esporre nel corso degli anni in mostre e location importanti, fra cui Assisi, Catania, Lugano, Genova, Roma, Milano, Venezia. Fra i momenti che Marco Nones ricorda con intensa emozione, quello della consegna al Dalai Lama, in visita a Rovereto nel 2001, dell’opera “La speranza del Tibet”, raffigurata con il volo mistico di un falco. “L’angelo in radice” di Marco Nones è esposto dal 2004 in Vaticano, nel foyer di Sala Nervi. Nel marzo 2008 ha proposto 25 opere con il tema della vita di Gesù nel contesto unico ed esclusivo della Sagrestia del Bramante della Basilica Santa Maria delle Grazie a Milano, in occasione della mostra “Le radici del sacro”, fortemente voluta dai Padri Domenicani. Definirlo uno “scultore del sacro”, però, è alquanto riduttivo. A meno che non si estenda il concetto di “sacro” ai semplici gesti quotidiani che celebrano la bellezza della vita. Per l’artista di Cavalese può esprimere sacralità una mano che sfiora il grembo materno. Così come l’inebriante rilassamento di un volto che si abbandona alla luce. Un intreccio di sguardi. Un abbraccio. O la tensione emotiva di un uomo che esplora la sua inquietudine.

  1. stefania

    marco siamo fieri di te!!!tua cognata stefania.

  2. massimo

    complimenti, davero bella iniziativa. posso solo immaginarmi la resa in un posto così incantevole

  3. laura guglielminetti

    Arnoldo è poeta anche epistolare:chapeau!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.302 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: