LETTERA DI ARNOLDO MOSCA MONDADORI a ALDA MERINI e MARCO NONES

Venerdì 23 dicembre 2011 ho ricevuto una lettera meravigliosa dallo scrittore e editore Arnoldo Mosca Mondadori con cui condivido l’amore per Alda Merini. Non finirò mai di ringraziarlo per l’emozione che mi ha regalato nella giornata di inaugurazione della mostra Nel cerchio di un pensiero. Ecco le sue parole…

Credo che Alda si meriti questo altare, lassù, sui monti, nell’aria rarefatta che ormai invade il suo respiro, ora che ha oltrepassato il tempo e ci guarda, con un sorriso pieno, dalle Terre che prima poteva dire solo con la poesia.

E le parole erano fonde, tagliavano il mondo, come fa Marco Nones, tagliando questo ghiaccio che diventa opera d’arte.

Credo che Alda cammini, in queste ore, tra i sogni di Nones diventati realtà.

Quella di Nones non è una mostra, ma è proprio l’ambiente dilatato ed esteso della parola di Alda, quella parola che improvvisamente faceva respirare.

“L’arte è un mistero che ha ali di farfalla”. E’ uno degli aforismi della Merini su cui Nones ha lavorato.

Ricordo, proprio a proposito di questo aforisma, un episodio.

Alda era morta da più di un mese ed era pieno inverno, a Milano.

Ero in un bar e stavo disegnando su un foglio una caricatura di Alda (negli anni avevo imparato a disegnarla e a lei piaceva molto inventare con me delle vignette umoristiche).

 Disegnai Alda che liberava dalla sua mano una farfalla e regalai il disegno ad un amico. Faceva molto freddo e quando uscii dal bar vidi una farfalla che volava vorticosamente. Era rossa e nera e percorreva, nell’aria, Corso San Gottardo.

Non riuscivo a capire come mai in quel giorno d’inverno così freddo e umido potesse vivere una farfalla. Così,  istintivamente, mi diressi verso la casa di Alda, poco distante. Quando arrivai accanto a casa sua, nella vetrina di un negozio vidi un quadro con sei farfalle colorate.

Allora telefonai all’editore Alberto Casiraghy, grande amico di Alda, che con le sue edizioni  “Pulcinoelefante” aveva stampato negli anni centinaia di aforismi della Merini.

Gli raccontai del disegno della farfalla, della farfalla vista per strada e del quadro….e lui mi rispose “Pensa Arnoldo, sto stampando ora un aforisma di Alda che dice: l’arte è un mistero che ha ali di farfalla”.

Chissà se i segni che ci capitano sono solo dei casi oppure se la poesia della vita sia il vero filo conduttore degli avvenimenti.

Credo che in questi giorni, lassù sui monti della Val di Fiemme, chi starà attento potrà sentire la presenza della grande poetessa.

Alda passerà a guardare le opere, si soffermerà a sciogliere con un respiro un dettaglio o ad aggiungere una parola invisibile. Andrà accanto all’ artista, per ringraziarlo.

Poi le sculture verranno abbracciate dalla natura e scompariranno.

Lentamente scenderanno con i fiumi nei mari: le parole di Alda, il ghiaccio di Marco, insieme, in altri silenzi.

 Arnoldo Mosca Mondadori

Marco Nones inaugurazione mostra per Alda Merini
Taglio del nastro a Pampeago di Beatrice Calamari e Marco Nones
la felicità del silenzio (cit. Alda Merini) opera di Marco Nones - foto Eugenio Del Pero

3 thoughts on “LETTERA DI ARNOLDO MOSCA MONDADORI a ALDA MERINI e MARCO NONES

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...