Indifference, una performance per il clima

TRENTO – PERFORMANCE ARTISTICA DI MARCO NONES PER IL CLIMA

L’indifferenza è nemica dell’ecosistema

Sabato 27 aprile 2019, il 67° Trento Film Festival e la Fondazione Dolomiti UNESCO

presentano la performance artistica di Marco Nones “Indifference”.

Un centinaio di cervelli di ghiaccio si scioglieranno lentamente

in piazza Duomo per denunciare l’indifferenza umana.

L’evento è realizzato in collaborazione con il Muse, lo Ski Center Latemar,

il parco Respirart e la Botega dal Pan Betta di Cavalese.

 

“Indifferenza. Quella che rende fragile l’ecosistema.

Quella che scioglie i ghiacciai, innalza il livello dei mari

e scatena furiose tempeste. Quella che ha abbattuto milioni di alberi.

Quella che indossiamo per non sentire un dolore.

Quella che desertifica il nostro futuro”.

 

L’artista trentino Marco Nones invita a osservare l’indifferenza umana verso l’ecosistema esponendo un’installazione di ghiaccio e abete rosso della Val di Fiemme.

Inizia sabato 27 aprile, alle 11.30, in piazza del Duomo a Trento, questa performance artistica proposta da Trento Film Festival e Fondazione Dolomiti UNESCO, in collaborazione con il Muse, lo Ski Center Latemar, il parco Respirart e la Botega dal Pan Betta di Cavalese.

L’installazione, che occupa circa 60 metri quadrati, è formata da un centinaio di cervelli di ghiaccio appoggiati su tavole create con gli abeti rossi che si sono schiantati a terra durante la tempesta anomala dello scorso ottobre.

La performance dura qualche ora, fino allo scioglimento del ghiaccio.

Il Muse di Trento ha partecipato a questa “riflessione” artistica sull’ecosistema e i mutamenti climatici, creando il modello in 3D di un cervello umano e il calco, con la collaborazione di Gianluca Lopez e Stefano Neri.

Secondo Marco Nones il crollo di 14 milioni di alberi fra Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli non può essere dimenticato.

“Indifferenza. Quella che usiamo per pensare al nostro immediato presente. Quella che si appiattisce in uno smartphone. Quella che ci preserva da emozioni di rabbia e paura. Quella che anestetizza anche l’amore. Quella che, mutando il nostro paesaggio interiore, trasforma il panorama esteriore e con lui i riferimenti visivi che guidano i nostri passi. Indifferenza. Quella che oggi, attraverso piccoli e grandi gesti, insieme proviamo a dissolvere”, Marco Nones.

INDIFFERENCE by marco nones trento

Courtesy of Olivier Maupas

 

TRENTO – ARTISTIC PERFORMANCE FOR THE CLIMATE

“Indifference is the enemy of the ecosystem”

Saturday April 27 2019, the Trento Film Festival and UNESCO Dolomites Foundation present the artistic performance of Marco Nones.
A hundred brains made of ice will slowly melt in Piazza Duomo to denounce human indifference.
The event is managed in collaboration with the Muse (the Trento Sciences Museum),

the Latemar Ski Center, the Respirart Park and the Cavalese Botega dal Pan Betta.

 

“Indifference. The one who makes our ecosystem fragile.

The one who melts the glaciers, raises the sea level

and sets off furious storms. The one that cuts down millions of trees.

The one we use to wear to not feel the pain.

The one who makes our future a desert”.

Marco Nones, the artist from Trentino, invites to observe the human indifference towards the ecosystem through an art installation of ice and Val di Fiemme spruce.

This artistic performance – proposed by Trento Film Festival and Fondazione Dolomiti UNESCO, in collaboration with the Muse, the Latemar Ski Center, the Respirart park and the Cavalese Botega dal Pan Betta – will start on next Saturday April 27 at 11.30 am, in Piazza del Duomo in Trento.

This 60 square meters installation is formed by a hundred ice brains, laying on wood boards made of the spruce trees that have been crashed to the ground during the anomalous storm on last October.

The performance lasts a few hours, until the ice melting.

The Trento as Muse participated in this artistic reflection about the ecosystem and climate change as Gianluca Lopez and Stefano Neri created the 3D model of a human brain and the following mold.

According to Marco Nones, the collapse of 14 million trees in Trentino, Alto Adige, Veneto and Friuli, cannot be forgotten.

 

“Indifference. The one we use to think about our own immediate present. The one that flattens into a smartphone screen. The one that preserves us from emotions of anger and fear. The one that can anesthetize love too. The one that, changing our inner landscape, is able to commute the external scenery and the visual references that guide our steps. Indifference. The one that today we’re trying to dissolve together by small and large acts” – Marco Nones.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...